Finalmente ce l’avete fatta, avete deciso di sposarvi! Ora per non perdere tempo prezioso, la primissima cosa da fare è decidere la data delle nozze. Certo non è facile scegliere quello che, per tutta la vita, sarà ricordato come il giorno più bello, da celebrare negli anniversari per ogni anno a venire.

I criteri per decidere la data delle nozze sono tanti e tutti personalissimi. Alcuni amano i matrimoni invernali per gli scenari e le suggestive atmosfere che si respirano in quei mesi, soprattutto in concomitanza con le feste natalizie, altri, invece, adorano la bella stagione e non saprebbero immaginare il loro matrimonio se non di primavera o d’estate. L’unico consiglio, in questo caso, è quello di evitare i mesi più caldi, soprattutto agosto, per non costringere gli invitati ad indossare giacca e cravatta, o mise avvolgenti con le alte temperature o, ancora peggio, con l’afa. Per quel che riguarda il giorno, poi, c’è chi sceglie come data del matrimonio la data del fidanzamento, o del primo bacio chi, invece, un numero fortunato, chi, ancora, una combinazione giorno-mese-anno originale e, per questo, indimenticabile anche per gli invitati. Se molti di loro, inoltre, devono affrontare un lungo viaggio per partecipare al vostro matrimonio, l’ideale sarebbe scegliere come giorno un sabato, o al limite un venerdì.

Ma quali sono le regole da rispettare nella scelta della data delle nozze?
Lasciando da parte i soliti proverbi (“Né di Venere né di Marte né si sposa, né si parte”) e le credenze popolari che non considerano di buon auspicio convolare a nozze né di venerdì 13, né di venerdì 17, se avete deciso di celebrare un matrimonio religioso, ricordate che la Chiesa Cattolica non consente le nozze nel periodo che precede il Natale e la Pasqua e, in generale nella giornata della domenica. La tradizione, inoltre, ci dice che è preferibile non scegliere il giorno del compleanno di uno dei due sposi, a meno che le due date non coincidano. Infine, va detto che il vero dilemma riguarda la disponibilità della sala ricevimenti e della chiesa, quindi, a meno che non vi stiate organizzando con almeno un anno di anticipo, vi conviene fare un elenco delle date possibili e verificare quanto prima la disponibilità della location del vostro ricevimento. A maggior ragione se avete scelto un sabato di primavera o di estate.