Vi siete scambiati amore eterno? Bene, ora siete ufficialmente fidanzati!
Il fidanzamento, infatti, viene sancito dalla promessa di matrimonio e solitamente non dura mai più di un anno. Lontani dalle antiche tradizioni che volevano il futuro sposo chiedere il permesso di sposare la figlia al futuro suocero, fino a non molti anni fa l’annuncio di fidanzamento veniva dato durante un ricevimento organizzato dalla famiglia della sposa, questa era anche l’occasione giusta per donare l’anello di fidanzamento. Oggi le cose sono molto diverse. Innanzitutto perché le famiglie sono a conoscenza della frequentazione dei figli e non si aspettano un ricevimento per annunciare la notizia delle nozze e poi perché l’usanza di regalare l’anello in presenza delle famiglie si è persa, in nome di una maggiore riservatezza e romanticismo.

Oggi, nonostante la festa ufficiale di fidanzamento sia ormai superata, ci sono ancora alcune regole di bon – ton che andrebbero rispettate. Vediamole insieme. È buona norma informare per primi della bella notizia i genitori: l’annuncio delle nozze viene fatto da ognuno dei promessi sposi ai rispettivi genitori. Una volta appresa la notizia la prima mossa spetta alla famiglia della futura sposa che dovrà invitare, a pranzo o a cena, il fidanzato e la sua famiglia. Dopo qualche settimana l’invito andrà ricambiato, quindi toccherà alla famiglia dello sposo organizzare un pranzo con entrambe le famiglie.
Ad entrambi i pranzi, o le cene, che si svolgeranno in modo sobrio ed elegante, prenderanno parte i membri più ristretti della famiglia, compresi i nonni. I due fidanzati siederanno accanto al centro della tavola, di fronte a loro troveranno posto i genitori di lei, i quali siederanno con, rispettivamente alla destra e alla sinistra, i genitori del futuro sposo.

Alla fine del pranzo si alzeranno i calici per un brindisi beneaugurante ai fidanzati. La tradizione prevede che i futuri suoceri facciano un regalo al genero e alla nuora. Solitamente alla sposa si regala un collier e allo sposo un orologio o dei gemelli, che andranno indossati il giorno delle nozze.