Vi accompagna nel giorno del matrimonio e a lui potrete aggrapparvi quando avrete bisogno di farvi coraggio o per affrontare l’emozione del vostro giorno più bello. Stiamo parlando del bouquet, un elemento fondamentale da scegliere con molta cura. Sì, ma come? Vediamo insieme alcuni aspetto da prendere in considerazione.

L’abito prima di tutto
Ovviamente il bouquet deve intonarsi alla vostra personalità e all’abito nel colore, nello stile e nel tessuto, quindi portate con voi una foto da mostrare al vostro florist. Ricordate che vige la regola della compensazione: se il vestito è sofisticato e un po’ eccentrico meglio optare per un bouquet monocolore, mentre in caso contrario potete sbizzarrirvi con colori più vivaci. Se avete optato per un vestito con strascico, il bouquet a cascata è quello che fa per voi, se invece il vostro abito è ampio e romantico il vostro bouquet deve essere ampio e voluminoso, mentre per un più sobrio tailleur andrà benissimo il modello a fascio, meglio se composto da fiori a gambo lungo, come calle, rose e tulipani.

Caratteristiche del bouquet perfetto
Scegliendo i fiori, poi, dovete prestare molta attenzione ad alcuni aspetti, in particolare. Il bouquet perfetto, infatti, deve durare tutto il giorno senza appassire, quindi se vi spostate in piena estate scegliete fiori resistenti, in grado di arrivare in buone condizioni fino al lancio del bouquet; non deve macchiare l’abito, deve essere maneggevole, non troppo pesante e comodo nell’impugnatura.

Bouquet e silhouette
Un altro aspetto spesso sottovalutato riguarda la forma del bouquet che va scelta in base al vostro fisico. Se siete alte e un po’ robuste meglio il bouquet a cascata, mentre se avete un aspetto snello e slanciato andrà benissimo un bouquet monofloreale con fiori a gambo lungo, da portare sotto il livello della vita, magari con un nastro colorato che richiami un particolare del vostro abito. Il bouquet piccolo e compatto si adatta, invece, a tutte le stature.

Significato dei fiori
Ogni fiore ha il suo significato: se la rosa è simbolo di fecondità e la calla della bellezza, l’orchidea esprime raffinatezza, mentre il tulipano amore e passione, le margherite amore fedele e i girasoli nonostante comunichino allegria, sappiate che, visto che seguono il corso del sole, simboleggiano la falsità. Naturalmente i fiori scelti per il bouquet devono riprendere almeno in parte quelli dell’addobbo floreale in chiesa, per un discorso di armonia e continuità.

Location e periodo del matrimonio
La scelta del bouquet dovrà essere fatta anche considerando il luogo in cui si svolgono le nozze, se in chiesa o in comune, il tono delle nozze e la location prescelta per il ricevimento. Non dimenticate, infine, che bisogna tener presente il periodo in cui si svolgono le nozze e cercare di scegliere dei fiori di stagione, il che non guasta anche da un punto di vista economico.